Quando il Teambuilding parla… maremmano!!

Paesaggio Maremma

Paesaggio Maremma

Scoprire la Maremma per me è stata davvero un’avventura.. un po’ come quando porti i bambini in un parco dei divertimenti, o come quando li porti in vacanza in un posto nuovo.. o almeno, per me è stato così.

Continua a leggere

Annunci

Food Event Design…quando il cibo la fa da padrone!

Food DesignArchitettare un evento significa individuare l’idea giusta: dal concept alla realizzazione  finale, sfruttando al massimo quelle che sono le nuove tendenza del mercato. Oggi sempre più spesso sentiamo parlare di Food Event Design..ma che cosa si cela esattamente dietro a questo modo di dire un po’ americano?
Continua a leggere

Dieci passi laterali per scatenare la creatività

sloanePartecipare all’organizzazione e alla definizione dei contenuti degli eventi executive ti dà il privilegio di un contatto ravvicinato con i relatori e le loro idee. L’ultimo che ho conosciuto è Paul Sloane, un leadership speaker britannico tra i protagonisti dell’edizione italiana di Microsoft Symposium, non a caso dedicata al tema di “reimmaginare” l’innovazione. Continua a leggere

interessante analisi – da non perdere

Grafemi

Nel 1998, il Dipartimento di Stato americano stilò la classifica dei trenta gruppi più violenti ed estremisti del mondo: più della metà di questi si fondavano su basi religiose, e nello specifico si trattava di Musulmani, Ebrei e Buddisti.

La favoletta che vuole che i buddisti siano creature mansuete, perché così chiede la loro religione, è uno dei luoghi comuni più vecchi e usurati dell’Occidente, che tende a dimenticare come anche il Cristianesimo, giusto per fare un esempio, è stato alla base di violenze che hanno insanguinato mezzo mondo per almeno otto secoli. Ma solo per parlare degli ultimi vent’anni, i buddisti hanno combattuto ferocissime guerre contro altre religioni, o contro popolazione non schierata, in Thailandia, Burma, Corea, Giappone, India, Sri Lanka. Fanno eccezione i buddisti del Tibet?

La convinzione comune è che il Tibet fu, fino alla caduta del 1959 per mano della Cina, un regno basato sulla bontà…

View original post 1.604 altre parole

Perché l’America (e gli americani) governano il mondo

Di recente sono ritornata a New York per assistere a un concerto di Bruce Springsteen nel New Jersey, Questo di per sé non è un avvenimento eccezionale poiché chi mi conosce sa che di concerti del Boss ne ho visti una quantità infinita, ma ciò che merita una riflessione, anche al di qua dell’oceano, sono gli americani  di quel micro-cosmo che è il pubblico dei concerti di Springsteen.

Continua a leggere