Anche Facebook premierà i contenuti di qualità: popolarità e reputazione delle brand page sempre più importanti

Piperita

Piperita

“Il nostro obiettivo è mostrare i contenuti giusti al momento giusto e alle persone giuste”, si legge su Facebook for business.
Come fare? Con l’algoritmo giusto naturalmente, in fase di rilascio nelle prossime settimane. Cosa cambierà per le aziende e i social media manager?

Continua a leggere

Annunci

Novità da Facebook: smartphone o VoIP?

zuckerbergBuongiorno e buon anno, un 2013 che inizia con un invito alla stampa da parte di Zuckerberg a partecipare a un evento il 15 gennaio alle ore 19 italiane a Menlo Park. Cosa verrà presentato? Non si sa (“Come and see what we’re building“), il fondatore di Facebook ha dato alla conferenza stampa un alone di mistero che ha subito scatenato l’hype in rete. Due le ipotesi più accreditate: la presentazione di uno smartphone marchiato Facebook, magari in collaborazione con HTC, o l’introduzione della possibilità per gli utenti di comunicare a voce tramite VoIP.

Continua a leggere

Dieci passi laterali per scatenare la creatività

sloanePartecipare all’organizzazione e alla definizione dei contenuti degli eventi executive ti dà il privilegio di un contatto ravvicinato con i relatori e le loro idee. L’ultimo che ho conosciuto è Paul Sloane, un leadership speaker britannico tra i protagonisti dell’edizione italiana di Microsoft Symposium, non a caso dedicata al tema di “reimmaginare” l’innovazione. Continua a leggere

interessante analisi – da non perdere

Grafemi

Nel 1998, il Dipartimento di Stato americano stilò la classifica dei trenta gruppi più violenti ed estremisti del mondo: più della metà di questi si fondavano su basi religiose, e nello specifico si trattava di Musulmani, Ebrei e Buddisti.

La favoletta che vuole che i buddisti siano creature mansuete, perché così chiede la loro religione, è uno dei luoghi comuni più vecchi e usurati dell’Occidente, che tende a dimenticare come anche il Cristianesimo, giusto per fare un esempio, è stato alla base di violenze che hanno insanguinato mezzo mondo per almeno otto secoli. Ma solo per parlare degli ultimi vent’anni, i buddisti hanno combattuto ferocissime guerre contro altre religioni, o contro popolazione non schierata, in Thailandia, Burma, Corea, Giappone, India, Sri Lanka. Fanno eccezione i buddisti del Tibet?

La convinzione comune è che il Tibet fu, fino alla caduta del 1959 per mano della Cina, un regno basato sulla bontà…

View original post 1.604 altre parole