Bing sempre più social

Continua la corsa a distanza tra Bing e Google per diventare il motore di ricerca più “social” del mondo.

Mentre Google continua a modificare il proprio algoritmo – e si rumoreggia che, tra i numerosi aggiornamenti degli ultimi mesi, una spinta ai siti con maggiori integrazioni sociali ci sarà (certo, mi riferisco a Google+), Bing ha implementato la possibilità di taggare i propri amici quando si fa una ricerca. È un altro passo, dopo la possibilità di “fare like” e “twittare”, compiuto dal motore di ricerca di Redmond verso un’esperienza sempre più social.

A cosa serve taggare un amico in una ricerca? Immaginate di partire per Londra il prossimo week end. Fate una ricerca sui “locali più cool” della capitale inglese e taggate i vostri compagni di viaggio: nella loro bacheca compariranno i suggerimenti di Bing.

Inutile provarci: per il momento le funzionalità sociali di Bing sono disponibili solo per gli utenti americani. Ma prima o poi, statene certi, arriveranno anche da noi.

Un video dimostrativo della nuova funzionalità di Bing è disponibile qui.

Buona navigazione e buona ricerca, con Google o Bing che sia.

Post by Marco Maggetti mmaggetti[at]imageware.it

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Comunicazione, Social Media e contrassegnato come , , , , , da Imageware . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Imageware

Siamo un’agenzia di comunicazione indipendente dal 1986. Collaboriamo con importanti società internazionali, con aziende locali, con organizzazioni ed enti pubblici e privati che operano in diversi settori di mercato. L’innovazione è nel nostro DNA, visto che da sempre comunichiamo per aziende che hanno trasformato con la tecnologia il modo di vivere e di lavorare di milioni di persone nel mondo. La creatività è il frutto di una passione per la ricerca di nuove espressioni e nuove forme di comunicazione che molti professionisti di Imageware coltivano anche nella loro vita privata.

2 thoughts on “Bing sempre più social

  1. questa chiusura (con Google o Bing che sia) mi fa venire in mente la campagna di comunicazione media fatta ormai una vita fa al lancio di internet explorer che doveva competere con Netscape Navigator. Allora avevamo puntato sulla par condicio. Bei tempi 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...